giovedì 22 novembre 2012

We love tattoo




Noi amiamo i tatuaggi. Noi vogliamo i tatuaggi. Scrivere sulla propria pelle, incidere ricordi, gioie, segni su sé stessi, sembra sia diventata una necessità. Dalle origini, quando rappresentavano divinità indigene, alla trasgressione, alla moda, e oggi? Gente che non sa che fare, allora si tatua. Non sa che tatuarsi, ed ecco che arrivano le stelline, i fiorellini, uccellini che volano via liberi dalle loro gabbiette. E chi più ne ha più ne metta. Il tatuaggio inteso come ricordo, significato? Confesso: al significato dò il secondo posto. A parte la categoria del "voglio tatuarmi ma non so che farmi", credo che il tatuaggio venga fatto perché piace. Io mi tatuo perché amo i tatuaggi. Mi piacciono. E poi viene il significato. E voi, cosa ne pensate? Vi piacciono i tatuaggi? Ne avete? Aspetto le vostre risposte a riguardo! A presto!


We love tattoo. We want tattoo. Writing on own skin, affect memories, joys, revelation about themselves, it seems like it become a necessity. From its origins, when they represented indigenous divinities, passing through transgression, fashion and now? People don't know what to do, well, they ask for tattoo. They don't know the best tattoo for themselves, they ask for small stars, flower, small birds flying free from them boxes. Tattoo, as memories, meaning? I confess: meaning is at the second place. Aside from the category "i want to make a tattoo, but i don't know which one", i think that you want a tattoo because you like tattoo. I make on myself tattoo because i love tattoo. I like them. And then, what they mean. And you, what do you think? Do you like tattoo? Do you have it? I waiting for your answer about it! See you soon!












Nessun commento:

Posta un commento